Home  Books Io e Georgette  I miei racconti Blog  Eroi da sballo  cupcakes

 

 

 


 

Un amore di inizio secolo - La traversata
L
'incipit
 

Primo giorno di navigazione

1 gennaio 1900, al largo della Costa Orientale degli Stati Uniti

«Mr Benton, l’accompagno al suo posto al tavolo del comandante.»

Con un piccolo cenno di ringraziamento, Ken seguì lo steward nella sfarzosa sala da pranzo dell’Oceanic II, tutta marmi, specchi e lampadari di cristallo, sino al tavolo centrale imbandito con una tale quantità di bicchieri e posate da mettere probabilmente in soggezione più di un commensale. Durante la traversata avrebbe diviso i pasti con il comandante, Mr Cameron, il suo vice, il medico di bordo e una ventina di passeggeri di prima classe, considerati, per varie ragioni a lui poco comprensibili, importanti.Ne aveva ricevuto l’elenco completo solo pochi minuti prima dal valletto che era andato a prelevarlo nel suo alloggio, per scortarlo, come un secondino, sino alla sala da pranzo: un trattamento di riguardo per i viaggiatori importantiche occupavano le suite del ponte principale del transatlantico.

In realtà, Ken aveva sperato di poter trascorrere i cinque giorni della traversata da solo, a elaborare la delusione e a piangere sulla sua vita che non sarebbe trascorsa al fianco della donna che ancora amava disperatamente. E invece… era stato catapultato in un mondo dove gli obblighi sociali sembravano essere ancora più assillanti che sulla Quinta Avenue.

Forse, a pensarci meglio, da domani avrebbe deciso di consumare tutti i pasti chiuso nella sua cabina, servito da Jim, il suo valletto. Forse ci sarebbe rimasto per tutti e cinque i giorni, chiuso nella sua cabina.

Con l’umore nero che si ritrovava, che a dire il vero rasentava la disperazione, non aveva alcuna voglia di sorridere e scambiare chiacchiere inutili con un gruppo di spocchiosi aristocratici britannici e di suoi connazionali milionari, tutta gente che frequentava l’alta società della East Coast e Wall Street; come lui stesso, del resto. Sperò almeno di sedere vicino a uno degli ufficiali di bordo, in modo da poter intrattenere una conversazione che andasse al di là degli ultimi pettegolezzi. Compreso quello che probabilmente si era già diffuso in tutta New York e che riguardava la patetica rottura del suo fidanzamento con Camille Brontee.

Dannazione! Se qualcuno gli avesse chiesto qualcosa a proposito, o vi avesse solo accennato, la tentazione di rifilargli un bel cazzotto sul naso sarebbe stata enorme. Si guardò la mano destra, ancora dolorante a causa del pugno che solo il giorno prima aveva tirato in faccia a Frank Raleigh, l’uomo per cui Camille lo aveva lasciato.

 


 

 

 

LA STORIA
L'INCIPIT
LE RECENSIONI

Ordina su:
Amazon
BookRepublic

iTunes
Kobo


Torna a:
Ma quanta sicumera in quella graziosa testolina

E infine la Bestia incontrò Bella

Vuoi vedere che è proprio amore? - edizione cartacea Mondolibri

Un amore di inizio secolo - Di nuovo insieme

Zitta e ferma Miss Portland!

Alta marea a Cape Love - edizione cartacea Mondolibri

La brutta e cattiva

Vuoi vedere che è proprio amore?

La traversata - Un amore di inizio secolo

Un Amore di fine secolo

Al diavolo la logica

Tutta colpa del vento (e di un cow boy dagli occhi verdi)

Ritorno a Cape Love

Alta marea a Cape Love


Bang Bang, tutta colpa di un gatto rosso

Un cuore nella bufera

First impressions

La 203

 
 

 

© 2013 - web design di Silvia Basile
All images on this site belong to their respective owners